Archivi categoria: Filmaggi

The Hurt Locker: un inutile polpettone propagandista

Dal 1969 gli Americani non sono più tornati sulla Luna. Però sono andati in Iraq.

Ultimamente mi diverte guardare piccoli film italiani. Per criticarne il provincialismo, naturalmente.  All’occorrenza mi ero scaricato “Fuga dal call center” , però – sorpresa – all’apertura del file mi si para davanti l’immagine sfocata di un robottino radiocomandato che va a disinnescare un ordigno. Ah, questo deve essere quel filmone che ha vinto l’oscar, mi dico. “The Hurt Locker” si chiama, ecco. C’è chi sta diffondendo questo film sui server di sharing, cammuffandolo sotto altri titoli come si fa con i pornazzi. Hum. Mi incuriosisco e decido che tantovale guardarlo. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Filmaggi

Paranormal Activity lava più bianco

Paranormal Activity: massima attività contro le macchie di sugo della tua maglietta preferita

Ho visto Paranormal Activity e mi ha ricordato lo squallido iper-realismo delle pubblicità dei detersivi. Speriamo non diventi una tendenza.
Oltretutto è appena uscito ed è già datato. Quando il protagonista, che per vivere fa il trader,  mostra alla ragazza la sua nuova telecamera professionale, lei gli chiede quanto l’ha pagata. Lui risponde “Circa metà di quello che ho guadagnato oggi”.
Prima della crisi i giovani trader guadagnavano talmente tanto che il loro cervello iniziava a sbandare clamorosamente, fino al punto di credere di vedere entità sovrannaturali aggirarsi per la casa. Sarà stata una materializzazione del senso di colpa?
Comunque, il film è guardabile, più che altro perchè la protagonista femminile ha una faccia simpaticissima. Però non è il caso di andare al cinema: si può benissimo vedere in streaming abusivo su megavideo, perchè l’investimento (di appena 15.000 dollari! ) è già stato così ampiamente ripagato che voglio vedere se l’autore si mette pure a lamentarsi per il mancato incasso.

3 commenti

Archiviato in Filmaggi

Ho visto Avatar e sono ancora vivo

Gli immancabili giocattoli del film, prodotti da Mattel

Oggi tutti correvano a vedere Avatar. Io l’ho visto qualche giorno fa, in lingua originale con sottotitoli in italiano inseriti alla buona da un hacker italo-russo (ma le parti in lingua na’viana restavano sottotitolate in cirillico, una figata!).
Ovviamente, nessun 3D. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Filmaggi

Lola Corre (e anch’io vado piuttosto di fretta)

Guardatelo, che poi ne parliamo.

1 Commento

Archiviato in Filmaggi

Cinema padano alla riscossa, arriva arriva il Barbarossa!

Locandina Barbarossa

Immagine indecifrabile in locandina. E' forse una spada che infilza una mutanda?!

Figata, è uscito “il Barbarossa”, il kolossal legaiolo. Non vedo l’ora di vedere Alberto da Giussano che si trastulla con lo spadone.
Qualcuno di quelli che sono stati alla prima, ha scritto commenti a dir poco freddini, ma si tratta di noti terroni bolscevichi ( 12 , e soprattutto 3 ), quindi non conta.
Il film dicono sia grandioso, epico: un casino di cavalli e litri e litri di sangue finto che pare Bonarda che fiotta dalle botti. E poi c’è Rutger Hauer (che, dopo aver conosciuto Calderoli potrà rievocare la celebre battuta “ho visto cose che voi umani…” ) e c’è Ratz Degan (che però, ostia, el g’ha un cicinin la facia da terun! ).
Spero che la sceneggiatura sia ben fatta e che non sia costata troppi soldi (in tutto il filmone è costato 30 milioni di euro!) , perchè ce n’era una già bell’eppronta, della quale si parlava un gran bene; ma nisba, un regista che l’aveva opzionata pare abbia mollato il colpo per sopraggiunta concorrenza sleale. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Filmaggi

Dialogo immaginario tra Brad Pitt e George Clooney (recensione inside)

Pitt: tu sei un attore da salotto. Per esempio non avresti mai il coraggio di recitare in un film molto pulp.

Clooney: Senti chi parla, se in Pulp Fiction prendevano te al posto di Travolta, diventava un film comico.

Pitt: Ah, smettila. E tu allora?

Clooney: Io un film pulp posso farlo. E lo farò davvero! Scommetti? Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Filmaggi

Mannaggia a Baarìa!

Visto Baarìa. Da solo. Spettacolo delle 17.15. Sala semivuota. Dietro di me noto il mio dentista, anche lui misteriosamente solo al cinema, anche lui con l’aria di chi ha dovuto discutere con chi, tra famigliari e amici, gli diceva “io ‘sta pizza di tre ore non ci vengo a vederla. ”
Ci salutiamo cortesemente, entrambi con la faccia che dice chiaramente “pensavo di essere l’unico coglione a venire qui da solo alle 17.15 di mercoledì”. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Filmaggi