Capodanno

Ripudiando con l’ignavia l’esistenza

delle vite precedenti,

di coloro che han sentito sulla pelle

le sferzate della storia,

se la madre non trasmette a questi figli

la saggezza del passato già esperito,

si ripete l’adunanza delle menti

appannate dai discorsi

del demiurgo tracotante,

si condanna il nostro tempo

a copiare sbagli fatti

già pagati troppe volte.

Questa notte chiude l’anno,

e si accinge quello nuovo.

Fa’ un fioretto: ricordare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...