Ecco cosa sento

Sento il daspo della mente, i nervi offesi

le sartìe che mi sostengono hanno strappi da ingrassare

con liquami di tremori e tanto ghiaccio

percolato dalla schiena. Mazzi spuri di peduncoli,

petalame anodizzato che commina la mia pena

perforandomi la tempia come un’orda di rinfusa.

Cosa ostacola il mio sonno è questa mano

questo artiglio titubante che minaccia e non infonde

la stoccata decisiva. Mi rivedo da bambino:

la camicia troppo lasca,

un succhiotto tra le labbra e sulle gambe

caldo umido d’urina. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...