Archivi del mese: gennaio 2012

Una vita (e lasciatemi giocare)

Avessi due vite
la prima la userei 
per esser santo
e monacale,
tener bada alle passioni,
lavorare, accumulare
abnegazione totale.

Avendo due vite
la seconda
la userei per sposare 
il brivido del piacere
e farmi trastullare 
da’ vizi sottili
degli attimi carnali.
E nient’affatto vorrei
badare
ai doveri e al sacrificio
ma soltanto amerei godere
di ciò che amo fare.

Ma la vita, ahimè, è una sola
breve, sai, legata al filo
così lasciami giocare
ché il dovuto lo feci già avantieri,
e non mi par d’esagerare
se prendo tempo per volare,
e baciarla sulla bocca
senza lasciarmi comandare
dall’essere perbene.

Poiché di vita, sì, ho questa sola
metà del suo corso
almeno
vorrei che fosse amore.

1 Commento

Archiviato in Poetaggi