Un gatto è nato per essere un gatto

Noi abbiamo due gatti, Leo e Teo. Oggi, quando siamo rientrati, Teo era in un angolo del vialetto sotto casa, intento a spolpare un uccellino appena catturato. Ci ha degnati di uno sguardo sereno, ha fatto Miao! ed è tornato sulla preda.
Mia figlia più grande l’ha guardato attonita, come se, facendo zapping col telecomando alle due del pomeriggio, le fosse capitata una scena di sbudellamento di un film di zombie.
Io allora le ho detto “Guarda che in natura mica esistono i croccantini”, e lei credo abbia capito, perchè si è rasserenata.
Poi la sera sul divano l’ha visto anche lei che Teo teneva la testa alta con un’aria fiera. E quando si è addormentato era chiaro che dormiva meglio, come chi è in pace col mondo.
Tutti nascono per qualcosa, e Teo sicuramente è nato per cacciare piccole prede e divorarle. Poi, accidentalmente, i casi della vita l’hanno portato a cibarsi comodamente di croccantini, scatolette, e avanzi di hamburger. Niente male: ozio e cibo a volontà, non sembra affatto lamentarsene. Eppure non è nato per quello.
Allo stesso modo, ciascuno di noi credo sia nato per qualcosa, e ben di rado finisce per fare davvero quella cosa lì. Uno è nato per essere un grande guerriero, e magari fa un lavoro noioso senza dignità. Poi porta lo stipendio a casa e fa anche una vita comoda, però era nato per condurre eserciti in battaglia, chissà.
A volte ci sono eventi estremi, nella vita, che costringono la gente a scavarsi dentro e a mettere a frutto la propria natura. E’ nei casi estremi che si vede chi è nato eroe e chi è nato pavido vigliacco. E lì che si vede chi è nato per fare grandi cose e chi se non nasceva per niente era meglio per tutti.
E poi, in questi casi estremi che capitano in particolari momenti, qualcuno scopre di essere nato per essere nobile d’animo, coraggioso, portato per i grandi obiettivi e per trascinare gli altri al loro compimento. E’ dura per questi qui, che hanno tenuto la testa alta, con immensa fierezza e dormito il sonno del giusto in quel particolare periodo, tornare alla banalità del quotidiano.
Questo , insomma, per dire che domani il nostro gatto Teo potrebbe anche svegliarsi un po’ depresso.

1 Commento

Archiviato in Seghementali

Una risposta a “Un gatto è nato per essere un gatto

  1. RICCARDO

    Olden, raccontaci ancora di Teo,
    che con Leo
    sfilerà in corteo !!
    http://nelsegnodizarri.over-blog.org/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...