La ventesima email, l’ennesimo adepto

Chissà se quelli di Nazione Indiana si sono accorti di aver pubblicato un articolo che ruota tutto intorno ad un tipico ragionamento di matrice berlusconiana.
Cito la chiusa finale del pezzo, firmato da Piero Sorrentino:

E penso che mi spiace che sia stato condannato a sei anni di galera, perché secondo me Federico Focherini è un uomo innocente che non ha commesso il reato per cui è stato condannato, perché penso che Focherini in passato abbia fatto un sacco di cazzate a scapito della sua salute per arrivare a certi risultati, ma penso anche che non si possano infliggere sei anni di carcere a un uomo per condannare uno stile di vita che non ci piace.

Basta rileggere bene questa parte per avere una sintesi perfetta della nuova morale borghese con la quale ci troviamo a fare i conti in questa decadente provincia periferica del primo mondo.
Si noti che l’autore non fa una filippica ipergarantista (quella sarebbe tipica della prima fase della penetrazione della Nuova Morale Berlusconiana nella borghesia italiana, oggi siamo un passo più avanti), ma passa direttamente all’assoluzione d’ufficio, motivata dallo status di “brava persona” dell’imputato.
Dubito fortemente che chi ha firmato l’articolo – che ci indica il signor Focherini come vittima innocente/agnello sacrificale sull’altare della disumana inflessibilità di quei Savonarola togati che sarebbero i nostri magistrati – conosca bene gli atti del processo e abbia gli elementi per giudicare la vicenda. Non ne ha alcun bisogno perchè si dichiara convinto che “non si possano infliggere sei anni di carcere a un uomo per condannare uno stile di vita che non ci piace”.
Certo che si può, se quello stile di vita è illegale! Certo che si può, se quella persona ha violato delle leggi! Certo che si può, se la violazione di quelle leggi comporta l’applicazione di quella pena!

E poi, qui c’è di mezzo un morto (la fidanzata dell’imputato, deceduta a causa del doping illegale, che l’accusa ha ritenuto fosse fornito da lui). Se lo dimentica?
Se un piccolo impresario porta il suo manovale sul ponteggio costruito fuorilegge e lui cade di sotto rompendosi il collo, scommetto che il signor Sorrentino sarà tra quelli che invocano l’ergastolo.
Ma certo, il ponteggio è molto meno trendy della palestra, e il capomastro è assai meno fico del personal trainer!
Davvero non mi aspettavo cotanto esempio di qualunquismo berluscoide su un blog che ritenevo situato in zona franca.
Dopo questo toccante articolo, ci starebbe benissimo un pezzo che si scaglia contro l’extracomunitario che investe la vecchietta guidando ubriaco , invocando per lui la pena di morte tramite impiccagione nella pubblica piazza. Così, giusto per chiudere il cerchio.

p.s. – Mi preme di puntualizzare che non ho alcuna intenzione di esprimere un giudizio di colpevolezza o di innocenza sulla vicenda del signor Focherini. Non ho nè gli elementi, nè il diritto, nè la competenza tecnica per farlo.

Lascia un commento

Archiviato in Robapesante

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...