Guarda come gongolo con le scarpe a dondolo

No, non sono i miei piedi

Ma guarda un po’ come gongolo felice con le mie scarpe a dondolo. Comode per davvero, caspita. Però non ho preso le originali, perchè, francamente, duecentodieci euro (in lirette: quattrocentomilalire) per un paio di scarpe fatte in Cina mi sembrano una forma di sodomizzazione nemmeno tanto velata.
Ah, be’, certo l’azienda vanta una grande “Corporate Responsibility” , che consiste ad esempio nel disapprovare che i contoterzisti del far east che le producono per loro adottino un orario di lavoro “in accordo con le leggi e gli standard locali, e che non ci siano orari di lavoro regolarmente programmati oltre le 60 ore settimanali”.
Una frase da leggere attentamente (anche in lingua originale ) , per capire che non significa quasi niente. Primo, sessanta ore settimanali sono già belle massacranti (sono 9 ore al giorno, con un solo giorno di riposo, oppure otto ore senza alcun riposo settimanale). Ma poi c’è sempre la possibilità dello straordinario, perchè il controllo del committente avviene solo sui turni ordinari. Be’ , c’è comunque garantito il rispetto delle leggi locali (di solito molto poco restrittive). Oppure no, perchè vicino alla parola “leggi” nella frase hanno messo anche la parola “standards” . Quindi, se uno stabilimento infrange la legge perchè così fan tutti, allora forse il committente approverà. E in definitiva tutta questa “Responsibility” dove sta?
Vabbè, lasciamo stare i discorsi no-global và, che è passato a suonare il citofono il tipo occhialuto che distribuisce il giornale “Lotta Comunista” e mi ha detto che loro sono contenti perchè nel mondo ci sono più proletari di prima, anzi, non ci sono mai stati tanti proletari salariati come adesso (saranno due miliardi) e quindi prima o poi qualcosa scoppierà, perchè Lenin diceva che un milione di proletari incazzati sono onnipotenti. E figuriamoci due miliardi.

Comunque torniamo alle scarpe. Ne ho preso un paio di concorrenza, perchè sì, come sempre le cose che si vendono nonostante il prezzo osceno e immorale fanno venire voglia di copiare. E in un certo senso mi pare anche giusto.
Comunque con le mie scarpe a dondolo di sottomarca (che comunque sono vendute a centotrenta euro e mi pare siano cucite in Vietnam) ci cammino alla grande. Dondolo e gongolo. E mi slanciano pure per via della zeppa. Pare che usandole a lungo ti intostino le natiche. Mi viene il dubbio che chi è abituato ad incularci inizi a dare un certo peso anche all’estetica dell’atto.

5 commenti

Archiviato in Robapesante

5 risposte a “Guarda come gongolo con le scarpe a dondolo

  1. Syrys85

    “Mi viene il dubbio che chi è abituato ad incularci inizi a dare un certo peso anche all’estetica dell’atto.”

    Ahahahahaha!😀

    Grande Paul!

    Cmq le voglio pur’io!😀

  2. patrizia garelli

    potrei avere qualche informazione sulla sottomarca (nome o recapito) grazie

  3. Filippo

    Bravo, ma scilacquone! Io le ho trovate (anche belle) a 16,99€ (non mancano zeri) all’ipermercato cinese Fu-Wen a Camporosso (IM)e c’è anche a Genola (CN). 2 modelli disponibili .
    Dopo un primo momento di ‘mal di mare’ le ho trovate veramente comode, a quel prezzo poi….

  4. vanotti manuela

    io le ho comprate proprio in un negozio cinese e le ho pagate 22 euro e sono veramente comode!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...