Archivi del mese: novembre 2009

Crocifisso in classe: l’intervista a Gesù Cristo in persona!

D. Signor Gesù di Nazareth, innanzi tutto bentornato tra noi!

R. Non sono tornato, lei lo sa benissimo perchè non  sono materialmente lì con lei: stiamo parlando via Skype. Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in Seghementali

Il criptocomunista

Se permettete, mi presento: sono un Comunista bruttissimo e cattivissimo. Mangio tre bambini per pranzo e uno (preferibilmente femminuccia) per cena, perchè voglio stare leggero. Sono convinto assertore dell’abolizione della proprietà privata, anche tramite rivoluzioni proletarie, ma di quelle vere, quelle che mettono i ricchi nelle fosse comuni e morta lì. Sono anche un fan della Ghigliottina, uno strumento di annientamento delle classi privilegiate di cui si è purtroppo smarrito l’uso nel tempo. Come molti comunisti, sono anche un sognatore: immagino una vita in grandi case comuni dove si lavora (poco) e si tromba con chi capita (molto), dividendo tutto in parti uguali. Ho provato anche a pensare di diventare capitalista, e ho scoperto che mi riesce bene: se mi impegno sul lavoro sono capace di fare molti soldi. Il fatto è che arricchirmi a danno degli altri non lo trovo entusiasmante, per niente. Attualmente vivo in incognito: mi impegno a passare inosservato. Annuso l’aria. Non ci sono le condizioni per essere me stesso. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Robapesante

Crocifisso in classe: la proposta che mette tutti d’accordo

Sostituire gli attuali crocifissi con questo.

6499476-md

6 commenti

Archiviato in Brevinevrosi

Halloween is here

Happy_Halloween_by_nineself

***
One little, two little, three little witches,
Fly over haystacks, fly over ditches,
Slide down moon beams without any hitches,
Hey ho Hallowe’en’s here.
***

Terribili streghe dall’apparenza femminea ma dotate di attributi maschili intrugliano pozioni e polverine magiche in appartamenti bui, prima di dare il via al Sabba orgiastico insieme a  uomini nudi in ginocchio che supplicano pietà e offrono qualunque cosa in cambio della salvezza.
Ragazzi che, posseduti dagli spiriti maligni, si gettano dalle scale spaccandosi le vertebre.
Spiriti malvagi regolano i loro conti in pieno giorno davanti ad un negozio, e la gente comune appare indifferente, ma non è così: non può vedere nulla, perchè tutti sono sotto l’effetto di un incantesimo potentissimo che cela alla loro vista l’operato dei dèmoni.
E poi un ragazzo in possesso del segreto della magia dei numeri sfida il grande stregone nero Ayatollah, che lo fulmina lì per lì, sotto gli occhi dei presenti.
Il potere delle tenebre avvolge ogni cosa. Attoniti, cerchiamo con lo sguardo il Mago Bianco che salverà gli umani, ma egli ancora non è, non risponde alle nostre chiamate. Attendiamo dunque, morti di paura, ognuno dentro al suo buco ricoperto di foglie morte, la fine della lunga notte di Halloween.

Lascia un commento

Archiviato in Brevinevrosi