Archivi del mese: novembre 2009

Cronache dalla fine del mondo /3 – Lo sguardo del mago

Lo stronzo astioso arrivò davanti alla pizzeria e fermò la macchina di punta, dritta contro la porta d’ingresso. Guardando dritto avanti a sè, come in una trance scaturita dall’odio, fece rombare tre volte il motore. Poi fece scendere la moglie, o compagna che fosse.
Lo stronzo fece una rapida retromarcia, poi una manovra, poi un’altra manovra, e ripartì a razzo, circumnavigando la pizzeria. Si ritrovò di nuovo davanti alla porta d’ingresso, ma stavolta messo di fianco. Sgasò ancora. E ancora. Continua a leggere

Annunci

2 commenti

Archiviato in Libraggi

La politica è una nobile cosa

Conscio del fatto che il novantacinque per cento degli italiani rifugge il parlare di politica come e più della Peste Bubbonica, mi pare giusto però analizzare i comportamenti di quel restante cinque per cento. Lo ha fatto con maestrìa Alassandra Daniele, su Carmilla, riportando uno scorcio di conversazione tra un italiano di sinistra e un elettore del PdL che si interessa (vagamente) di politica.
Adesso restano da descrivere le altre possibilità, ovvero i discorsi  provocati dall’incontro di due italiani di sinistra, e quelli che nascono negli incontri tra due italiani elettori del PdL che si interessano di politica. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Robapesante

Noi due, solo un momento

(Non so perchè scrivo certe cose). Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Seghementali

Lola Corre (e anch’io vado piuttosto di fretta)

Guardatelo, che poi ne parliamo.

1 Commento

Archiviato in Filmaggi

This girl is the end of the world

– Papà, ma è vero che nel 2012 finisce il mondo?
– No, cara, finisce solo il primo tempo.
– Ah, e io ce la faccio a fare pipì e comprare i popcorn?
– Sì, se ti sbrighi.
– E se non mi sbrigo?
– Vorrà dire che il mondo ricomincerà senza di te.

Lascia un commento

Archiviato in Brevinevrosi

Se fossi poeta scriverei poesie

In ogni caso, non so come chiamarle. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Poetaggi

Cosa hanno in comune le Torri Gemelle e il Muro di Berlino?

Vinto da una totale spossatezza dovuta al sonno arretrato, stasera non sono riuscito a fare altro che giocare a mettere a confronto le date dei due avvenimenti che più hanno segnato i destini del mondo negli ultimi trent’anni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Brevinevrosi