Trans e mignotte: la classe dirigente del futuro

04brenda_marrazzo

Il transessuale Brenda, detto "Brendona"

Dopo il recente scandalo che ha coinvolto il Governatore del Lazio, il sempre tronfio Antonio Marrazzo, detto M’Arrazzo, ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che gli uomini di potere in Italia sono degli sfigati schiavi delle loro pulsioni, dei deboli privi di autocontrollo. In più sono talmente avventati da fare cose assurde tipo parlare al telefonino come niente fosse con un pappone cocainomane (Berlusoconi con Tarantini), dare consigli sessuali a una zoccola professionista (qui il danno per Supersilvio è stato il palesare al mondo la propria disarmante ingenuità), o pagare un’estorsione con assegni (!) , come pare abbia fatto Marrazzo.
Questi sono uomini sciocchi e totalmente privi di carattere, anche quando provano a difendersi con la patetica sequenza-tipo di dichiarazioni ufficiali: “Non è vero niente, è tutta un’invenzione di chi mi vuole male”  , seguita da “Alcune cose sono vere, ma non c’e’ niente di male” , poi si va al “E’ solo gossip, basta parliamo d’altro”, fino al “Ok, ho sbagliato ma sono affari miei, vita privata”, per concludere infine sul bilioso “Allora andiamo a vedere anche le porcherie che fanno gli altri, ne vedremo delle belle!”.
Ma per quanto si sforzino, per quanto questo popolo televisivo italiano sia capace di passare sopra a qualsiasi cosa in cambio di una promessa qualsiasi (toglierò l’IRAP!) , un fatto resta chiaro, limpido, imponente e pesante come un grosso macigno: questi qui sono dei deboli.
Un forte, una persona di carattere, ha il coraggio delle proprie azioni. Questi ne sono schiavi. E’ gente che dalla vita ha avuto tutto: notorietà, successo, denaro. Tanto denaro che faticano a trovare modi per spenderlo, così scavano in sè stessi per trovarci ancora qualcosa di cui avere bisogno, qualcos’altro da comprare per soddisfarsi. Finiti i bisogni ordinari, si passa a quelli celati nel subconscio, alle perversioni. E come le soddisfano questi deboli, questi vigliacconi patentati le loro perversioni? Prendono la via più semplice: pagando la prestazione a una professionista. Che squallore da mezzi uomini!

Queste professioniste (o professionisti, o non so… parlando dei trans) , invece, sono persone ben diverse. Sono gente tosta, che sa il fatto suo. Sanno gestire situazioni complesse con maestrìa, ne escono sempre a testa alta, non curandosi affatto del giudizio degli altri. Vivono in trincea tutti i giorni, in situazioni molto borderline, e se la cavano egregiamente. Dimostrano continuamente forza, stabilità psicologica, furbizia e talento (si pensi al registratorino della D’Addario o alle dichiarazioni del transessuale che metteva in guardia il suo cliente da certe frequentazioni, subodorando già in largo anticipo i rischi che lui stava stupidamente correndo).

Mentre Berlusconi ormai sbarella completamente agitandosi come un matto contro fantomatici giudici comunisti e stampa estera bolscevica, Patrizia D’Addario rilascia interviste con piacevole aplomb, sfila raggiante sul red carpet della Mostra del Cinema, lancia occhiate magnetiche da Maga Circe alle telecamere. Una virago, un’amazzone in battaglia.
E chissà che farebbero i trans di Marrazzo, se diventassero (io lo spero) personaggi pubblici! Scommetto che svelerebbero furbizie da consumati strateghi e talento da attori provetti, nonchè presenza scenica di tutto rispetto nell’agone mediatico. Sicuramente farebbero la loro porca figura. (battutaccia).

Ebbene, a questo punto, che resta da dire e da pensare? Semplicemente una cosa: facciamo subito un governo d’Unità Nazionale, assolutamente bipartisan, composto unicamente da transessuali e mignotte. Magari diciamo Escort & Shemales, che fa più fico. Il potere lo meritano loro: sono gli unici in Italia a non essere ipocriti, ad avere ancora il coraggio delle proprie azioni, ad essere sè stessi fino in fondo. Rispetto alla classe dirigente che ci ritroviamo in questo momento, dare il potere alle puttane e ai trans – che sono gente seria che fa quello che dice e dice quello che fa – sarebbe un grosso passo avanti.

Lascia un commento

Archiviato in Seghementali

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...